Home Mi presento Attività e programmi News Attività didattiche Contatti Link


Attività e programmi
Visite guidate ed escursioni
Consigli
Mappa del sito

Le Dolomiti Lucane e il Parco Naturale di Gallipoli Cognato

L’area protetta, di circa 27.000 ettari, interessa entrambe le province lucane.
Si  estende dalle  rive del fiume  Basento ai 1.390 metri del monte  Tavernaro, con  fasce di vegetazione che vanno dalla  macchia  mediterranea ai boschi di  cerro e di f aggio,  tipici dell’ambiente montano, alle lunghe creste  movimentate da numerosi corsi d'acqua. Ricca la presenza di fauna selvatica.

Dolomiti Lucane Il  Parco racchiude in  paesaggi di straordinaria e  suggestiva  bellezza: caratteri geomorfologici unici  con rocce di  arenaria modellate dall’azione di  acqua e  vento che ricordano i  picchi  dolomitici,  aspetti naturalistici di  estremo  interesse.
Ospita aree attrezzate per lo studio e la reintroduzione degli ungulati, una fitta  rete di sentieri e  tratturi, creati in  funzione delle attività di  disbosco o che conducono a iazzi per il ricovero degli animali domestici.

Notevoli  i  segni e le  tracce della  presenza  umana in questa zona da  tempo immemorabile: dai resti dell’insediamento lucano di  Monte Croccia alle testimonianze delle incursioni saracene a  Pietrapertosa,  ai complessi monastici  Basiliani e  Benedettini, oggi ristrutturati.
Maggio Accettura

Residui di  un'atavica  civiltà sono le  Manifestazioni del Maggio:  riti propiziatori  legati ai  culti  arborei, che si celebrano in differenti periodi dell'anno, ma hanno in comune l’unione delle due  piante  (fusto e cima)  tagliate nei boschi e trasportate in paese al suono di  zampogneorganetti.

 

L’insediamento lucano di Monte Croccia
A spasso sulle “Dolomiti” - da Pietrapertosa a Castelmezzano
Il borgo saraceno di Pietrapertosa
Il fascino della pietra - Castelmezzano

 
tel. e fax 0971 282228 - cell. 349 2643356 - email: alba@giro-vagando.it